Attività A.1 - Coordinamento e pilotaggio del progetto strategico

Parternariato e coordinatore

Partner: Questa attività concerne tuti i partner del progetto

Coordinatore: Jean Pierre FOSSON - Fondazione Montagna sicura (Regione autonoma Valle d'Aosta)
email: jpfosson@fondms.org

Obiettivi

L'attività A.1 è volta al coordinamento del progetto strategico in modo da rafforzare e strutturare la cooperazione transfrontaliera in materia di rischi naturali in montagna, coinvolgendo gli organismi tecnici e garantendo un vero controllo politico del procedimento.

Descrizione delle azioni

La creazione ed il funzionamento di una piattaforma interregionale di scambio di esperienze, di valorizzazione delle informazioni e di riflessione strategica, richiede l'attuazione di 3 livelli di coordinamento e gestione del progetto:

  • un Comitato di Pilotaggio Politico (CdP);
  • un Gruppo di Pilotaggio Tecnico (GdP);
  • un Segretariato Tecnico Permanente del progetto (STP).

Tramite quest'organizzazione, il volet A del progetto deve permettere un coordinamento ed una valorizzazione effettiva delle attività transfrontaliere presenti e passate sui rischi naturali

A.1.1 Pilotaggio politico da parte degli amministratori pubblici

La prefigurazione di un polo transfrontaliero rischi naturali era l'obiettivo centrale del progetto PRINAT, che comportava una validazione politica da parte di quattro regioni transfrontaliere e del Cantone del Vallese. I responsabili politici regionali riuniti dal progetto PRINAT (Torino 6 luglio 2006, Martigny 2 ottobre 2006) hanno ribadito la ferma intenzione di sostenere politicamente il processo di cooperazione transfrontaliera sul tema dei rischi naturali. Sulla base di questo nucleo, un comitato di controllo politico formato da rappresentanti politici ed amministrativi di tutti i partner del presente progetto strategico è stato istituito e formalizzato fin dall'inizio del progetto. Gli amministratori, che si incontrano almeno una volta all'anno, per mezzo dei resoconti del progetto, di gruppi di lavoro, di seminari e atelier possono valutare le attività transfrontaliere realizzate e determinare le nuove attività prioritarie da intraprendere.

A.1.2 Pilotaggio tecnico da parte di un gruppo permanente.

E' stato istituito, sin dall'inizio del progetto, un Gruppo di Pilotaggio Tecnico nel quale tutti i partner sono rappresentati. Il Gruppo di Pilotaggio Tecnico

  • si riunisce un minimo di 2 volte all'anno. È a questo livello che le varie attività del volet B e del volet C, come pure i lavori condotti nei progetti semplici connessi al presente progetto strategico, sono seguiti e coordinati;
  • costituisce anche il supporto ed il punto di riferimento per l'organizzazione tecnica degli atelier previsti nell'azione A.3.1 e per il coordinamento dei gruppi di lavoro transfrontalieri dell'azione A.3.2;
  • redige infine un documento strategico finale di sintesi a destinazione degli amministratori pubblici alla fine del progetto.

Il Gruppo di Pilotaggio Tecnico svolge anche il ruolo di coordinamento amministrativo, di verifica dell'avanzamento dei lavori e delle relazioni con il Segretariato Tecnico Congiunto e l'Autorità di Gestione.

A.1.3. Segretariato tecnico permanente di progetto

La piattaforma transfrontaliera richiede l'attivazione di un Segretariato Tecnico Permanente per il controllo delle operazioni ed il coordinamento generale del progetto.

Descrizione attività svolte

I prodotti dell'attività

Fondo Europeo di Sviluppo Regionale Alcotra - Insieme oltre i confini Governo italiano Regione Valle d'Aosta Regione Piemonte Rhône-Alpes Dreal Rhône-Alpes
Provincia di Imperia Regione Liguria Région Paca Provincia di Cuneo Conséil Général Alpes Maritimes Dreal PACA
Conseil Général de la Savoie Conseil Général de Haute-Savoie Canton du Valais Bureau de Recherches Géologiques et Minières Centre Méditerranéen de l'Environnement Provincia di Torino