Attività 3 - Realizzazione di formazioni e scambi in materia di rischi naturali rivolte a diverse categorie

La strategia di Lisbona, approvata dai Capi di Stato e di Governo dellUnione Europea nel 2000 con lobiettivo di fare dell'Unione la più competitiva e dinamica economia della conoscenza al mondo, vede fra i suoi pilastri lapprendimento permanente, lungo tutto larco della vita, considerato fattore strategico di sviluppo del capitale umano.

Leducazione alla popolazione rappresenta unimportante misura non strutturale di mitigazione dei rischi naturali e, in un quadro complessivo che vede la necessità per le popolazioni di convivere con queste criticità, costituisce uno strumento fondamentale per promuovere la cultura di una corretta gestione del territorio, ladozione di adeguate misure di autoprotezione, lo sviluppo di competenze tecniche.

Questa tematica è stata ritenuta prioritaria da tutti i rappresentanti politici di RiskNat.

 

Nellambito del progetto RiskNET sono stati individuati, quali destinatari di percorsi formativi, intesi nellottica delleducazione permanente:

  • gli amministratori e i tecnici della Pubblica amministrazione, in quanto soggetti chiave dal punto di vista normativo e di gestione del territorio e delle fasi di emergenza;
  • gli insegnanti, che possono sviluppare percorsi educativi sulla cultura del rischio nei confronti delle nuove generazioni e che rivestono un ruolo importante nella gestione delle situazioni di emergenza rispetto a una fascia debole della popolazione;
  • particolari categorie di privati, per sviluppare maggiori professionalità e competenza in materia di comunicazione, prevenzione e gestione del rischio. A questi destinatari verranno dedicate due diverse tipologie di interventi:

-        Université Européenne dEté;

-        atelier formativi di esperti in audit post sismico.

 

Il piano formativo verrà progettato allinterno del partenariato attraverso un confronto sulle buone pratiche di successo già sviluppate a livello locale e attraverso una rilevazione sullo spazio di cooperazione dei fabbisogni formativi specifici. In questa fase saranno messe a fattore comune metodologie e strumenti che verranno testati e utilizzati nella realizzazione delle attività locali in modo da comporre un quadro complessivo per i territori Alcotra.

 

La realizzazione degli interventi formativi sarà declinata a livello locale, in modo da massimizzare il risultato rispetto agli stakeholder specifici, ma gli incontri saranno aperti alla partecipazione del partenariato sia per condividere contenuti e metodologie sia per coinvolgere tecnici delle amministrazioni transfrontaliere.

 

Fondo Europeo di Sviluppo Regionale Alcotra - Insieme oltre i confini Governo italiano Regione Valle d'Aosta Regione Piemonte Rhône-Alpes Dreal Rhône-Alpes
Provincia di Imperia Regione Liguria Région Paca Provincia di Cuneo Conséil Général Alpes Maritimes Dreal PACA
Conseil Général de la Savoie Conseil Général de Haute-Savoie Canton du Valais Bureau de Recherches Géologiques et Minières Centre Méditerranéen de l'Environnement Provincia di Torino