CatchRisk

Procedure comuni per la definizione e l'osservazione degli scenari dei rischi idrogeologici nei bacini dei versanti alpini e per il controllo dei rischi naturali - Mitigation of hydro-geological risk in alpine catchment

CatchRisk

Acronimo / Riferimento

CatchRisk

Titolo

Procedure comuni per la definizione e l'osservazione degli scenari dei rischi idrogeologici nei bacini dei versanti alpini e per il controllo dei rischi naturali - Mitigation of hydro-geological risk in alpine catchment

Durata

2002 - 2005

Programma

Interreg IIIB Spazio Alpino

Parole chiave

Rischi idrogeologici, bacini idrografici, Arco alpino

Partner

  • It - Direzione regionale delle foreste Servizio della tutela del suolo montano
  • It - Provincia della Spezia
  • It - ARPA Piemonte - Direzione Servizi Tecnici di Prevenzione - Settore Studi e Ricerche Geologiche
  • It - SERVIZIO GEOLOGICO
  • It - Direzione Difesa del Suolo e Protezione Civile
  • It - Istituto Scienze della Terra 
  • Ch - SUPSI
  • Ch - Canton Graubünden
  • Au - Institute of Water Resources Managements Hydrogeology and Geophysics JOANNEUM RESEARCH
  • De - Forsttechnischer Dienst für Wildbach- und Lawinenverbauung, Sektion Tirol
  • De - Bayerisches Geologisches Landesamt

Contatti

Responsabile di progetto :

Bruno MORI (Regione Lombardia, Italia) : Tel. +39 02 6765 58 01 - bruno_mori@no-spam-please-remove.regione.lombardia.it

Bilancio totale del progetto

2.557.600 €

Quota FEDER (%)

46%

Coordinamento


Regioni coinvolte

Piemonte, Liguria

Territori studiati

Biella, Cuneo, La Spezia

Località di studio

GERMANIA:
  • Bavaria: comuni Bad Reichenhall - Schneizlreuth, bacino / valle Saalach


AUSTRIA:

  • Tirol: comune Pians, bacino / corso d'acqua Lattenbach
  • Steiermark: tutti i comuni di Styria, bassins Einzugsgebiet - Bacino Enns, Mur, Drau, Raab, sites pilotes : Pilotgebiete - Aree campione Weisse Sulm, Unterthaler Bach, corso d'acqua: tutti gli affluenti di Enns, Mur, Drau et Raab


ITALIA:

  • Regione Piemonte:
    - Provincia di Biella: comuni Andorno Micca, Biella, Campiglia Cervo, Mosso Santa Maria, Quittengo, Rosazza, Sagliano Micca, San Paolo Cervo, Veglio
    - Provincia di Cuneo: comuni Alba, Albaretto della Torre, Arguello, Benevello, Borgomale, Bosia, Castino, Cortemilia, Cossano Belbo, Diano d`Alba, Grinzane Cavour, Lequio Berria, Mango, Montelupo Albere, Neive, Neviglie, Rocchetta Belbo, Rodello, Serralunga d`Alba, Sinio, Treiso, Trezzo Tinella
    - Comune Vinadio (CN): bacino Stura di Demonte, corso d'acqua Neraissa di Vinadio
    - Riferimento amministrativo Vercelli: bacino / corso d'acqua Sesia
  • Regione Autonoma Friuli-Venezia-Giulia:
    - Comune Ovaro (UD): bacino / corso d'acqua Miozza
    - Comune Malborghetto - Valbruna (UD): bacino Tagliamento / corso d'acqua Cucco
  • Regione Lombardia:
    - Comuni Zone, Marone (BS): bacino / corso d'acqua Bagnadore
    - Comune Cortenova (LC): bacino Pioverna / corso d'acqua Rossiga
  • Provincia Autonoma di Trento:
    - Comune Mazzin di Fassa (TN): bacino Avisio / corso d'acqua Dona
    - Comune Spiazzo (TN): bacino Sarca / corso d'acqua Vagugn
  • Regione Veneto: Comuni S. Vito di Cadore e La Valle Agordina (BL): bacino Piave (corso d'acqua Missiaga)
  • Regione Liguria: Comune La Spezia: bacino Magra / corso d'acqua Vara


SVIZZERA:

  • Canton Ticino: comuni Quinto e Claro, bacino Ticino (corso d'acqua Cassinello)
  • Canton Graubünden: comuni Schlans, Trun, bacino Surselva

Tipi di rischi

Piene e lave torrentizie, Alluvioni, Frane, Progetto trasversale

Tematiche

Pianificazione del territorio, Conoscenza dei fenomeni, Valutazione dei rischi, Opere di protezione, Previsione dei rischi, Scenari di rischi, Vulnerabilità

Obiettivi

  • Creare un approccio comune tendente a definire scenari di rischio idrogeologico nei bacini idrografici alpini e nei coni alluvionali.
  • Fornire delle linee di indirizzo ai professionisti ed agli amministratori pubblici per sostenere i processi decisionali.
  • Analizzare i fenomeni di inondazione e di trasporto in massa, della siccità e dell'impoverimento della risorsa idrica, delle frane.

Metodologia

1. Analisi idrogeologica dei bacini.

2. Valutazione dei rischi idrogeologici dei bacini idrografici.

3. Scenari di rischio idrogeologico nei coni alluvionali.

4. Analisi dei fenomeni di inondazione e di trasporto in massa, della siccità e dell'impoverimento delle risorse idriche, delle frane.

5. Diffusione dei risultati di progetto.

Risultati

  • Considerazione dell'importanza della compromissione dei suoli.
  • Pubblicazione di linee di indirizzo per le amministrazioni, che permettano di valutare i rischi, di pianificare il territorio, di definire gli interventi di protezione del suolo.
  • Pubblicazione dei dati idrogeologici e morfologici di 5000 bacini idrografici delle zone montane nel sito del Capofila.
  • Uso obbligatorio dei dati a partire dal gennaio 2006 negli studi geologici di pianificazione territoriale a livello locale.
  • Redazione di un documento di definizione dei rischi nel quadro del Piano Urbanistico Provinciale (Di Trento).

Documenti

  • Rapporto scientifico finale del progetto
  • Guida metodologica di restituzione dei risultati scientifici del progetto per la "mitigazione" dei rischi idrogeologici nei bacini idrografici alpini

Tipi di prodotti

Banca dati, Cartografia, Guida metodologica, Metodologia, Modellazione numerica, Relazioni scientifiche

Produzione scientifica

Metodologia innovativa, Produzione di conoscenze regionali e locali, Produzione di conoscenze pratiche ed operative

Utenti

Professionisti, amministratori pubblici

Ripercussioni

a precisare

Pubblicazioni e comunicazioni

Pagine / siti web

CatchRisk

Acronimo / Riferimento

CatchRisk

Titolo

Procedure comuni per la definizione e l'osservazione degli scenari dei rischi idrogeologici nei bacini dei versanti alpini e per il controllo dei rischi naturali - Mitigation of hydro-geological risk in alpine catchment

Durata

2002 - 2005

Programma

Interreg IIIB Spazio Alpino

Parole chiave

Rischi idrogeologici, bacini idrografici, Arco alpino

Partner

  • It - Direzione regionale delle foreste Servizio della tutela del suolo montano
  • It - Provincia della Spezia
  • It - ARPA Piemonte - Direzione Servizi Tecnici di Prevenzione - Settore Studi e Ricerche Geologiche
  • It - SERVIZIO GEOLOGICO
  • It - Direzione Difesa del Suolo e Protezione Civile
  • It - Istituto Scienze della Terra 
  • Ch - SUPSI
  • Ch - Canton Graubünden
  • Au - Institute of Water Resources Managements Hydrogeology and Geophysics JOANNEUM RESEARCH
  • De - Forsttechnischer Dienst für Wildbach- und Lawinenverbauung, Sektion Tirol
  • De - Bayerisches Geologisches Landesamt

Contatti

Responsabile di progetto :

Bruno MORI (Regione Lombardia, Italia) : Tel. +39 02 6765 58 01 - bruno_mori@no-spam-please-remove.regione.lombardia.it

Bilancio totale del progetto

2.557.600 €

Quota FEDER (%)

46%

Coordinamento


Regioni coinvolte

Piemonte, Liguria

Territori studiati

Biella, Cuneo, La Spezia

Località di studio

GERMANIA:
  • Bavaria: comuni Bad Reichenhall - Schneizlreuth, bacino / valle Saalach


AUSTRIA:

  • Tirol: comune Pians, bacino / corso d'acqua Lattenbach
  • Steiermark: tutti i comuni di Styria, bassins Einzugsgebiet - Bacino Enns, Mur, Drau, Raab, sites pilotes : Pilotgebiete - Aree campione Weisse Sulm, Unterthaler Bach, corso d'acqua: tutti gli affluenti di Enns, Mur, Drau et Raab


ITALIA:

  • Regione Piemonte:
    - Provincia di Biella: comuni Andorno Micca, Biella, Campiglia Cervo, Mosso Santa Maria, Quittengo, Rosazza, Sagliano Micca, San Paolo Cervo, Veglio
    - Provincia di Cuneo: comuni Alba, Albaretto della Torre, Arguello, Benevello, Borgomale, Bosia, Castino, Cortemilia, Cossano Belbo, Diano d`Alba, Grinzane Cavour, Lequio Berria, Mango, Montelupo Albere, Neive, Neviglie, Rocchetta Belbo, Rodello, Serralunga d`Alba, Sinio, Treiso, Trezzo Tinella
    - Comune Vinadio (CN): bacino Stura di Demonte, corso d'acqua Neraissa di Vinadio
    - Riferimento amministrativo Vercelli: bacino / corso d'acqua Sesia
  • Regione Autonoma Friuli-Venezia-Giulia:
    - Comune Ovaro (UD): bacino / corso d'acqua Miozza
    - Comune Malborghetto - Valbruna (UD): bacino Tagliamento / corso d'acqua Cucco
  • Regione Lombardia:
    - Comuni Zone, Marone (BS): bacino / corso d'acqua Bagnadore
    - Comune Cortenova (LC): bacino Pioverna / corso d'acqua Rossiga
  • Provincia Autonoma di Trento:
    - Comune Mazzin di Fassa (TN): bacino Avisio / corso d'acqua Dona
    - Comune Spiazzo (TN): bacino Sarca / corso d'acqua Vagugn
  • Regione Veneto: Comuni S. Vito di Cadore e La Valle Agordina (BL): bacino Piave (corso d'acqua Missiaga)
  • Regione Liguria: Comune La Spezia: bacino Magra / corso d'acqua Vara


SVIZZERA:

  • Canton Ticino: comuni Quinto e Claro, bacino Ticino (corso d'acqua Cassinello)
  • Canton Graubünden: comuni Schlans, Trun, bacino Surselva

Tipi di rischi

Piene e lave torrentizie, Alluvioni, Frane, Progetto trasversale

Tematiche

Pianificazione del territorio, Conoscenza dei fenomeni, Valutazione dei rischi, Opere di protezione, Previsione dei rischi, Scenari di rischi, Vulnerabilità

Obiettivi

  • Creare un approccio comune tendente a definire scenari di rischio idrogeologico nei bacini idrografici alpini e nei coni alluvionali.
  • Fornire delle linee di indirizzo ai professionisti ed agli amministratori pubblici per sostenere i processi decisionali.
  • Analizzare i fenomeni di inondazione e di trasporto in massa, della siccità e dell'impoverimento della risorsa idrica, delle frane.

Metodologia

1. Analisi idrogeologica dei bacini.

2. Valutazione dei rischi idrogeologici dei bacini idrografici.

3. Scenari di rischio idrogeologico nei coni alluvionali.

4. Analisi dei fenomeni di inondazione e di trasporto in massa, della siccità e dell'impoverimento delle risorse idriche, delle frane.

5. Diffusione dei risultati di progetto.

Risultati

  • Considerazione dell'importanza della compromissione dei suoli.
  • Pubblicazione di linee di indirizzo per le amministrazioni, che permettano di valutare i rischi, di pianificare il territorio, di definire gli interventi di protezione del suolo.
  • Pubblicazione dei dati idrogeologici e morfologici di 5000 bacini idrografici delle zone montane nel sito del Capofila.
  • Uso obbligatorio dei dati a partire dal gennaio 2006 negli studi geologici di pianificazione territoriale a livello locale.
  • Redazione di un documento di definizione dei rischi nel quadro del Piano Urbanistico Provinciale (Di Trento).

Documenti

  • Rapporto scientifico finale del progetto
  • Guida metodologica di restituzione dei risultati scientifici del progetto per la "mitigazione" dei rischi idrogeologici nei bacini idrografici alpini

Tipi di prodotti

Banca dati, Cartografia, Guida metodologica, Metodologia, Modellazione numerica, Relazioni scientifiche

Produzione scientifica

Metodologia innovativa, Produzione di conoscenze regionali e locali, Produzione di conoscenze pratiche ed operative

Utenti

Professionisti, amministratori pubblici

Ripercussioni

a precisare

Pubblicazioni e comunicazioni

Pagine / siti web

Banca dati progetti
Fondo Europeo di Sviluppo Regionale Alcotra - Insieme oltre i confini Governo italiano Regione Valle d'Aosta Regione Piemonte Rhône-Alpes Dreal Rhône-Alpes
Provincia di Imperia Regione Liguria Région Paca Provincia di Cuneo Conséil Général Alpes Maritimes Dreal PACA
Conseil Général de la Savoie Conseil Général de Haute-Savoie Canton du Valais Bureau de Recherches Géologiques et Minières Centre Méditerranéen de l'Environnement Provincia di Torino