PRINAT

Creazione del Polo dei rischi naturali il montagna

PRINAT

Acronimo / Riferimento

PRINAT

Titolo

Creazione del Polo dei rischi naturali il montagna

Durata

2004 - 2007

Programma

Interreg IIIA Alcotra

Riassunto

Progetto nel quadro della messa in opera di un progetto strategico sulla gestione preventiva dei rischi naturali nei territori montani

Parole chiave

Rischi naturali, Montagna, Politiche di gestione, Gestione dei rischi

Capofila

It - Région Autonome de la Vallée d'Aoste

Partner

Fr - Conseil Régional Rhône-Alpes
It - ARPA de la Région Piemonte
Ch - CREALP (Centre de Recherche pour l'Environnement Alpin)

Contatti

  • In Italia:
    a precisare
  • In Francia:
    PGRN : 04 76 63 51 36/37
    Jean-Marc Vengeon (directeur) : jean-marc.vengeon@ujf-grenoble.fr

Bilancio totale del progetto

814.100 €

Quota FEDER (%)

31%

Regioni coinvolte

Rhône-Alpes, PACA, Valle d'Aosta, Piemonte, Vallese (cantone)

Territori studiati

Hautes-Alpes (05), Isère (38), Savoie (73), Haute-Savoie (74), Torino, Verbano-Cusio-Ossola, Valle d'Aosta (regione), Vallese

Località di studio

Diversi siti interessati da rischi naturali delle Alpi francesi, italiane e svizzere:

Ateliers transfrontalieri (confronto di esperienze di gestione dei rischi naturali) :

  • Valanghe :
    - Francia : comune di Chamonix - corridoio di Peclerey, casolare di Montoc (dipartimento di Haute-Savoie, regione Rhône-Alpes)
    - Italia : comune di Morgex - corridoio di Lavancher (Regione Autonoma Valle d'Aosta)
    - Svizzera : comune di Bagnes / stazione di Verbier / villaggio di Lourtier (Cantone del Vallese)
  • Piene torrentizie :
    - Francia : comune di Saint-Geoire-en-Valdaine, Domène, Lancey, Sainte-Agnès / Saint-Mury e Villard-Bonnot (dipartimento dell'Isère, regione Rhône-Alpes) e d'Abriès et Saint-Chaffrey (dipartimento delle Hautes-Alpes, regione PACA) - Isère : Guiers (fiume torrentizio) e affluenti : Ainan... (Valdaine), torrenti di Doménon e di Vorz (massif di Belledonne / valle di Grésivaudan) ; Hautes-Alpes : torrente di Verdarel (Briançonnais, valle della Guisane) le Guil (fiume torrentizio) e torrente di Bouchet (Queyras),
    - Italia : comune di Pollein e Charvensod (Regione Autonoma Valle d'Aosta), comuni di Bognanco, Domodossola e comunità di comuni della Val d'Ossola (regione Piemonte) - Valle d'Aosta : torrente di Comboé ; Piemonte : Toce (fiome torrentizio), torrente Bogna, Melezzo, e Isorno,
    - Svizzera : comuni di Martigny e di Bagnes - bacino idrografico della Franse e torrente affluente di Merdenson + Rodano e affluenti (Cantone del Vallese)
  • Rischio sismico :
    Informazione sulla pericolosità sismica nell' Arco alpino, in particolare il Svizzera (Vallese...) ed in Francia (regione PACA : terremoto di Lambesc... e regione Rhône-Alpes : regione di Grenoble, terremoto d'Annecy nel 1996 e di Vallorcine nel 2005)
  • Pianificazione territoriale :
    - Francia : comuni di Veynes (dipartimento delle Hautes-Alpes, regione PACA) e di Chamonix (dipartimento di Haute-Savoie, regione Rhône-Alpes)
    - Italia : comuni di Valtournenche (Regione Autonoma Valle d'Aosta), Oulx e comunità montana "Alta val di Susa" (regione Piemonte),
    - Svizzera : comune di Bagnes (Cantone del Vallese).

Inchieste locali :

  • Francia : comuni di La Grave / casale di Chazelet (dipartimento delle Hautes-Alpes, regione PACA) e di Pesey-Nancroix (dipartimento di Savie, regione Rhône-Alpes ),
  • Italia : comune di Locana / casale di Rosone (regione Piemonte).

Tipi di rischi

Valanghe, Piene e lave torrentizie, Alluvioni, Frane, Rischio sismico, Progetto trasversale

Tematiche

Pianificazione del territorio, Educazione ai rischi, Gestione integrata, Gestione di crisi, Gestione post-crisi, Informazione preventiva, Ritorno di esperienza, Sociologia dei rischi

Obiettivi

Creare un polo transfrontaliero sui rischi naturali in montagna e condurre una riflessione comune sulle politiche di gestione dei rischi in Italia, Francia e Svizzera. Questa riflessione deve portare ad una strategia comune sulla gestione dei rischi ed alla messa in opera di una rete permanente di competenze sui rischi naturali in montagna.

Metodologia

  1. Creare un polo transfrontaliero RiskNat (PRINAT) della COTRAO
  2. Inventariare, confrontare le politiche Risknat in corso nelle Regioni coinvolte allo scopo di trarne gli elementi operativi / metodologici propizi alla loro armonizzazione e definirne una procedura armonizzata sotto l'egida della COTRAO ;
  3. Costituire una base dati comune elencante i metodi di gestione dei rischi naturali ;
  4. Strutturare l'informazione destinata alle Istituzioni dell' arco alpino coinvolte e metterla a disposizione di tutti attraverso un osservatorio virtuale (website) dedicato ai rischi naturali in montagna ;
  5. Definire un quadro completo di azioni di formazione di funzionari / gestori dei rischi naturali attraverso stage di formazione e università europee estive.

Risultati

  • Creazione di una rete di ricercatori, tecnici e decisori sui rischi naturali
  • Realizzazione di 4 atelier transfrontalieri : confronto di esperienze e gestione di crisi e confronto dell'organizzazione della prevenzione dei rischi naturali in Francia, Italia e Svizzera
  • Realizzazione di un sito web
  • Organizzazione di università europee estive

Documenti

  • Lista di dati sui progetti europei che trattano di rischi naturali

Tipi di prodotti

Attività di seminario, Banca dati, Presentazioni, Relazioni scientifiche, Sito web

Produzione scientifica

Produzione di conoscenze regionali e locali, Produzione di conoscenze pratiche ed operative

Utenti

Gestori dei rischi naturali

Ripercussioni

Messa in opera del presente progetto strategico RiskNat sui rischi naturali

Pubblicazioni e comunicazioni

Pagine / siti web

Sito di progetto nel sito del PGRN: www.risknat.org/projets/prinat/
PRINAT

Acronimo / Riferimento

PRINAT

Titolo

Creazione del Polo dei rischi naturali il montagna

Durata

2004 - 2007

Programma

Interreg IIIA Alcotra

Riassunto

Progetto nel quadro della messa in opera di un progetto strategico sulla gestione preventiva dei rischi naturali nei territori montani

Parole chiave

Rischi naturali, Montagna, Politiche di gestione, Gestione dei rischi

Capofila

It - Région Autonome de la Vallée d'Aoste

Partner

Fr - Conseil Régional Rhône-Alpes
It - ARPA de la Région Piemonte
Ch - CREALP (Centre de Recherche pour l'Environnement Alpin)

Contatti

  • In Italia:
    a precisare
  • In Francia:
    PGRN : 04 76 63 51 36/37
    Jean-Marc Vengeon (directeur) : jean-marc.vengeon@ujf-grenoble.fr

Bilancio totale del progetto

814.100 €

Quota FEDER (%)

31%

Regioni coinvolte

Rhône-Alpes, PACA, Valle d'Aosta, Piemonte, Vallese (cantone)

Territori studiati

Hautes-Alpes (05), Isère (38), Savoie (73), Haute-Savoie (74), Torino, Verbano-Cusio-Ossola, Valle d'Aosta (regione), Vallese

Località di studio

Diversi siti interessati da rischi naturali delle Alpi francesi, italiane e svizzere:

Ateliers transfrontalieri (confronto di esperienze di gestione dei rischi naturali) :

  • Valanghe :
    - Francia : comune di Chamonix - corridoio di Peclerey, casolare di Montoc (dipartimento di Haute-Savoie, regione Rhône-Alpes)
    - Italia : comune di Morgex - corridoio di Lavancher (Regione Autonoma Valle d'Aosta)
    - Svizzera : comune di Bagnes / stazione di Verbier / villaggio di Lourtier (Cantone del Vallese)
  • Piene torrentizie :
    - Francia : comune di Saint-Geoire-en-Valdaine, Domène, Lancey, Sainte-Agnès / Saint-Mury e Villard-Bonnot (dipartimento dell'Isère, regione Rhône-Alpes) e d'Abriès et Saint-Chaffrey (dipartimento delle Hautes-Alpes, regione PACA) - Isère : Guiers (fiume torrentizio) e affluenti : Ainan... (Valdaine), torrenti di Doménon e di Vorz (massif di Belledonne / valle di Grésivaudan) ; Hautes-Alpes : torrente di Verdarel (Briançonnais, valle della Guisane) le Guil (fiume torrentizio) e torrente di Bouchet (Queyras),
    - Italia : comune di Pollein e Charvensod (Regione Autonoma Valle d'Aosta), comuni di Bognanco, Domodossola e comunità di comuni della Val d'Ossola (regione Piemonte) - Valle d'Aosta : torrente di Comboé ; Piemonte : Toce (fiome torrentizio), torrente Bogna, Melezzo, e Isorno,
    - Svizzera : comuni di Martigny e di Bagnes - bacino idrografico della Franse e torrente affluente di Merdenson + Rodano e affluenti (Cantone del Vallese)
  • Rischio sismico :
    Informazione sulla pericolosità sismica nell' Arco alpino, in particolare il Svizzera (Vallese...) ed in Francia (regione PACA : terremoto di Lambesc... e regione Rhône-Alpes : regione di Grenoble, terremoto d'Annecy nel 1996 e di Vallorcine nel 2005)
  • Pianificazione territoriale :
    - Francia : comuni di Veynes (dipartimento delle Hautes-Alpes, regione PACA) e di Chamonix (dipartimento di Haute-Savoie, regione Rhône-Alpes)
    - Italia : comuni di Valtournenche (Regione Autonoma Valle d'Aosta), Oulx e comunità montana "Alta val di Susa" (regione Piemonte),
    - Svizzera : comune di Bagnes (Cantone del Vallese).

Inchieste locali :

  • Francia : comuni di La Grave / casale di Chazelet (dipartimento delle Hautes-Alpes, regione PACA) e di Pesey-Nancroix (dipartimento di Savie, regione Rhône-Alpes ),
  • Italia : comune di Locana / casale di Rosone (regione Piemonte).

Tipi di rischi

Valanghe, Piene e lave torrentizie, Alluvioni, Frane, Rischio sismico, Progetto trasversale

Tematiche

Pianificazione del territorio, Educazione ai rischi, Gestione integrata, Gestione di crisi, Gestione post-crisi, Informazione preventiva, Ritorno di esperienza, Sociologia dei rischi

Obiettivi

Creare un polo transfrontaliero sui rischi naturali in montagna e condurre una riflessione comune sulle politiche di gestione dei rischi in Italia, Francia e Svizzera. Questa riflessione deve portare ad una strategia comune sulla gestione dei rischi ed alla messa in opera di una rete permanente di competenze sui rischi naturali in montagna.

Metodologia

  1. Creare un polo transfrontaliero RiskNat (PRINAT) della COTRAO
  2. Inventariare, confrontare le politiche Risknat in corso nelle Regioni coinvolte allo scopo di trarne gli elementi operativi / metodologici propizi alla loro armonizzazione e definirne una procedura armonizzata sotto l'egida della COTRAO ;
  3. Costituire una base dati comune elencante i metodi di gestione dei rischi naturali ;
  4. Strutturare l'informazione destinata alle Istituzioni dell' arco alpino coinvolte e metterla a disposizione di tutti attraverso un osservatorio virtuale (website) dedicato ai rischi naturali in montagna ;
  5. Definire un quadro completo di azioni di formazione di funzionari / gestori dei rischi naturali attraverso stage di formazione e università europee estive.

Risultati

  • Creazione di una rete di ricercatori, tecnici e decisori sui rischi naturali
  • Realizzazione di 4 atelier transfrontalieri : confronto di esperienze e gestione di crisi e confronto dell'organizzazione della prevenzione dei rischi naturali in Francia, Italia e Svizzera
  • Realizzazione di un sito web
  • Organizzazione di università europee estive

Documenti

  • Lista di dati sui progetti europei che trattano di rischi naturali

Tipi di prodotti

Attività di seminario, Banca dati, Presentazioni, Relazioni scientifiche, Sito web

Produzione scientifica

Produzione di conoscenze regionali e locali, Produzione di conoscenze pratiche ed operative

Utenti

Gestori dei rischi naturali

Ripercussioni

Messa in opera del presente progetto strategico RiskNat sui rischi naturali

Pubblicazioni e comunicazioni

Pagine / siti web

Sito di progetto nel sito del PGRN: www.risknat.org/projets/prinat/
Banca dati progetti
Fondo Europeo di Sviluppo Regionale Alcotra - Insieme oltre i confini Governo italiano Regione Valle d'Aosta Regione Piemonte Rhône-Alpes Dreal Rhône-Alpes
Provincia di Imperia Regione Liguria Région Paca Provincia di Cuneo Conséil Général Alpes Maritimes Dreal PACA
Conseil Général de la Savoie Conseil Général de Haute-Savoie Canton du Valais Bureau de Recherches Géologiques et Minières Centre Méditerranéen de l'Environnement Provincia di Torino